A chi si presenta?

L’autocertificazione può essere sempre presentata, in sostituzione della normale certificazione anagrafica e di stato civile, a tutti gli uffici della Pubblica Amministrazione ed ai gestori od esercenti di pubblici servizi, come ad esempio:

  • segnalestradaleComune;
  • Provincia;
  • Regione;
  • Questura;
  • Prefettura;
  • Azienda Sanitaria Locale;
  • Scuole di ogni ordine e grado;
  • INPS;
  • Ufficio di collocamento;
  • Uffici postali (limitatamente al servizio postale)
  • ENEL;
  • Azienda dell’acqua;
  • Azienda del gas;
  • Gestori di servizi telefonici;
  • Aziende di trasporto pubblico.

L’impiegato di uno di questi uffici che non accetta l’autocertificazione è punibile per violazione dei doveri d’ufficio.

Inoltre è previsto che anche i privati che lo desiderano (quindi banche, assicurazioni, studi professionali, aziende…) possano accettare le autocertificazioni.