Regolamento della commissione mensa scolastica

approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 122 del 27 ottobre 2005
modificato con deliberazione della Giunta comunale n. 36 del 9 marzo 2006

Articolo 1 – Istituzione, competenze, ruolo

E’ istituita presso il Comune di Somaglia la “Commissione mensa scolastica” che può contribuire al miglioramento della qualità del servizio offerto, con lo scopo di verificarne il buon funzionamento veicolando all’Ufficio Istruzione, in maniera adeguata, le diverse istanze, suggerimenti che dovessero pervenire dalle famiglie degli alunni.
La commissione mensa ha altresì il ruolo di monitoraggio circa l’accettabilità del pasto, anche attraverso schede di valutazione opportunamente predisposte.

Articolo 2 – Linee guida ed organizzative

La commissione sarà composta da otto elementi così suddivisi:
– n. 2 genitori i cui figli frequentino la scuola materna;
– n. 2 genitori i cui figli frequentino la scuola elementare;
– n. 1 genitori i cui figli frequentino la scuola media;
– n. 1 docente della scuola materna;
– n. 1 docente della scuola elementare;
– n. 1 docente della scuola media.

I genitori interessati possono fare richiesta tramite modulo che verrà distribuito agli alunni. La scelta di chi farà parte della commissione, nel caso di più candidature da parte di genitori dello stesso ordine di scuola, avverrà tramite votazione da parte dei genitori. I docenti saranno nominati direttamente dai dirigenti scolastici.
La commissione si considera comunque regolarmente istituita qualora risulti impossibile, per mancanza di candidature, la nomina di massimo due mebri tra quelli sopra menzionati. La commissione potrà operare in presenza di almeno la metà dei membri individuati.
La commissione dura in carica tre anni, ma i genitori decadono nel momento in cui il figlio esce da quell’ordine di scuola e verranno sostituiti all’inizio di ogni anno scolastico. I docenti che saranno trasferiti verranno sostituiti con nomina di nuovo docente da parte dei dirigenti scolastici.
La commissione potrà operare in presenza della maggioranza dei suoi componenti individuati (pari a cinque) ed il/i rappresentante/i nominato/i membro/i è/sono riferimento per i genitori degli utenti del proprio plesso.
Alla riunione della commissione potranno partecipare:
– il Sindaco o suo delegato;
– l’Assessore all’Istruzione;
– il Responsabile dell’Area Servizi alla Persona o suo delegato;
– un rappresentante della ditta appaltatrice;
– i Dirigenti scolastici.
La commissione sarò dotata di apposito mansionario, di seguito riportato, che indicherà le competenze a lei attribuite e le modalità di azione riservate ai componenti.

Articolo 3 – Mansionario e compiti

La Commissione Mensa, ha i seguenti compiti:
1. costituire unico referente per l’Ufficio Istruzione, che verrà interpellato e terrà contatti con il rappresentante/i del plesso o, per problemi generali, con l’intera Commissione;
2. formulare pareri e suggerimenti circostanziati ed inviarli per iscritto all’Ufficio Istruzione;
3. verificare qualità, quantità, gradevolezza del cibo distribuito ed il servizio al tavolo;
4. produrre, raccogliere ed analizzare i dati relativi ad un questionario di gradimento del servizio, da distribuire a tutti i genitori degli alunni due volte nel corso dell’anno.

I rappresentanti che intendono svolgere la verifica di cui al punto 3 possono:
1. presentarsi presso i locali mensa, senza preavviso e disporre di un solo pasto completo all’uopo confezionato dalla ditta (la presenza nel plesso va in ogni caso comunicata all’autorità scolastica);
2. avvisare, entro le ore 9.00, della presenza in mensa per il pranzo da parte di più componenti. Non occorre preavviso se la presenza è finalizzata alla sola osservazione di come si svolge il servizio.

La Commissione può:
1. avvalersi della consulenza del Responsabile dell’Area Servizi Persona per richieste di dati tecnici o chiarimenti:
2. tenere riunioni assembleari presso un locale comunale presentando richiesta almeno tre giorni prima indicando l’ora e l’ordine del giorno;
3. tenere incontri con i genitori degli utenti, previa richiesta della sala, indicando ora e ordine del giorno con almeno 15 giorni di anticipo.

La Commissione Mensa, per una maggior funzionalità dovrà nominare un unico referente con funzioni di segretario per:
1. convocare la Commissione o riunione dei genitori;
2. richiedere una sala comunale dove tenere le riunioni indette;
3. redigere i verbali di seduta;
4. trasmettere i verbali, pareri, ecc. al Responsabile Area Servizi alla Persona;
5. tenere i contatti con il Responsabile Area Servizi alla Persona, con gli organismi scolastici e l’intera commissione;
6. effettuare sopralluoghi presso i locali della cucina, previa autorizzazione del Responsabile Area Servizi alla Persona, con abbigliamento adeguato

La Commissione Mensa non ha competenza relativamente:
1. organizzazione del personale di cucina o comunale e nell’organizzazione della dispensa e della cucina;
2. alla preparazione dei pasti;
3. alla gestione di fondi comunali.