Regolamento delle commissioni consultive

Articolo 1 – Oggetto del regolamento

Il presente regolamento disciplina la nomina ed il funzionamento delle commissioni quali organi consultivi permanenti del Consiglio Comunale previste dall’articolo 12 dello Statuto Comunale e viene emanato in applicazione di quest’ultima norma in relazione al disposto degli articoli 5 e 6 della legge 8 giugno 1990 n. 142 come modificata dalla legge n. 265 del 3 agosto 1999.

Articolo 2 – Istituzione

Le Commissioni sono definite dal Consiglio Comunale, che ne determina il numero e la competenza.
Su richiesta scritta di almeno 50 cittadini possono istituirsi commissioni su specifici argomenti. Il Consiglio Comunale ne valuta il possibile accoglimento in relazione alle finalità perseguite dall’Ente ai sensi degli articoli 4 e 5 dello Statuto.

Articolo 3 – Composizione e nomina delle Commissioni

I cittadini residenti nel Comune aventi almeno 16 anni, se interessati a far parte di una Commissione, possono iscriversi al relativo albo con richiesta scritta in carta libera da presentare entro 60 giorni dall’avviso pubblico.
Trascorso detto termine, il Consiglio Comunale istituisce le varie Commissioni, includendovi tutti i cittadini che ne abbiano fatto richiesta. Gli stessi nominano il Presidente e il vicepresidente. Al fine di poter istituire una commissione è necessario un minimo di 8 cittadini che ne abbiano fatto richiesta; è prevista la possibilità di inserimento di nuovi membri anche in un momento successivo alla istituzione iniziale, nel qual caso alla nomina vi provvederà il Sindaco con proprio decreto, che sarà oggetto di comunicazione al Consiglio Comunale nel corso della prima seduta utile.

Articolo 4 – Compiti delle Commissioni

Le Commissioni esaminano le questioni loro indirizzate dalla Giunta Comunale o dal Consiglio Comunale ed esprimono il loro parere, deciso a maggioranza dei presenti.
Possono proporre autonomamente le loro determinazioni anche su altri argomenti.
Le Commissioni si riuniscono su convocazione del loro Presidente oppure su istanza di almeno un terzo dei componenti.

Articolo 5 – Validità delle sedute

Le riunioni delle commissioni sono valide quando è presente la maggioranza dei suoi componenti e sono tenute in seduta pubblica.
Il Sindaco, gli assessori e i consiglieri comunali partecipano alle riunioni in tutte le commissioni senza diritto di voto, ma con diritto di parola.
I componenti delle commissioni, previa comunicazione al presidente, hanno facoltà di farsi assistere in qualsiasi momento da esperti senza alcun onere a carico del bilancio comunale.

Articolo 6 – Funzionamento della Commissione

Le sedute si svolgono di norma presso la Sede Comunale e di esse viene dato avviso scritto ai componenti con almeno 3 giorni di anticipo, nonché avviso alla popolazione mediante pubblicazione all’Albo Pretorio del Comune e presso i pubblici esercizi siti nel territorio comunale.
I verbali sono redatti da un componente scelto dal Presidente e che funge da segretario.
Gli uffici comunali, tramite la Segreteria Comunale, forniscono il necessario supporto tecnico-organizzativo per il funzionamento delle commissioni.
I pareri delle Commissioni sono trasmessi, con gli allegati verbali di riunione, all’Amministratore incaricato e al Sindaco, per i provvedimenti conseguenti.
Nelle delibere del Consiglio Comunale dovranno essere inseriti tutti quei pareri delle commissioni che a suo tempo sono stati espressamente richiesti dal Consiglio o dalla Giunta Comunale; inoltre dovranno essere resi noti alla cittadinanza tramite uno spazio dedicato sul periodico d’informazione “Somaglia Nuova” e mediante pubblicazione all’Albo pretorio.

Articolo 7 – Entrata in vigore

Il presente regolamento entrerà in vigore dopo l’espletamento del controllo da parte del competente organo tutorio e delle pubblicazioni prescritte dall’articolo 60, comma IV dello Statuto Comunale.
Copia del presente regolamento, a norma dell’articolo 22 della legge 7 agosto 1990, n. 241, sarà tenuta a disposizione del pubblico perché ne possa prendere visione in qualsiasi momento.

Articolo 8 – Durata

Le commissioni rimangono in carica per una durata pari al mandato del consiglio comunale che le ha istituite.