Regolamento per il funzionamento della commissione per la sicurezza pubblica

approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 42 del 16 ottobre 2009

Articolo 1
Premessa

Il presente Regolamento viene adottato ai fini di tutelare la solidarietà sociale, l’integrità fisica della popolazione e la sicurezza urbana, nel rispetto dello statuto e delle norme statali con azioni mirate di prevenzione e controllo e con il coinvolgimento dei soggetti preposti alla tutela di detto bene pubblico.

Articolo 2
Competenze e poteri

La commissione ha funzioni propositive e di supporto alla programmazione di attività e azioni volte alla prevenzione e al controllo in materia di sicurezza pubblica, attraverso la formulazione di proposte rivolte alla Giunta e al Consiglio Comunale.
In particolare ha il compito di:

  1. Contribuire alla programmazione annuale degli interventi in materia di sicurezza e verificare il buon esito degli interventi proposti;
  2. Avanzare proposte per la promozione e la sensibilizzazione civica concernente la sicurezza della persona, del territorio e della viabilità;
  3. Farsi promotrice di un rapporto di collaborazione sinergico e strutturato fra Comune, Forze dell’ordine e Prefettura, nonché fra tutti i soggetti pubblici e privati operanti nel settore della pubblica sicurezza;
  4. Portare all’attenzione dell’Amministrazione comunale situazioni di pericolo per i cittadini o eventuali fenomeni che possano destare preoccupazione a livello sociale;
  5. Esaminare i problemi normativi ed organizzativi in relazione alla gestione di particolari emergenze in materia di pubblica sicurezza;
  6. Promuovere programmi di collaborazione tra Enti e Istituzioni attraverso lo scambio di esperienze nei diversi ambiti di intervento che riguardano la pubblica sicurezza;

Articolo 3
Composizione

La Commissione è presieduta dal Sindaco o da un Assessore delegato. Sarà inoltre composta dal capogruppo di maggioranza o da un suo delegato, da un capogruppo di minoranza o da un suo delegato, dal responsabile dell’ufficio di Polizia locale o da un agente suo delegato.
Nel caso sia ritenuto necessario potranno partecipare alla commissione, invitate dal presidente, figure di comprovata esperienza nella gestione di problemi specifici in materia di sicurezza. In particolare, come punto di riferimento, verranno considerati interlocutori privilegiati i Carabinieri della stazione competente per territorio.

Articolo 4
Durata

La commissione rimane in carica per tutta la durata dell’Amministrazione da cui è stata nominata.

Articolo 5
Convocazione

La Commissione è convocata dal presidente ogni volta lo ritenga necessario o su richiesta presentata in forma scritta da almeno due membri della Commissione.
La Commissione deve essere convocata, in ogni caso, almeno quattro volte all’anno.

Articolo 6
Costi

Per la partecipazione alle sedute della commissione non verrà erogato ai commissari e ad eventuali partecipanti esterni nessun gettone di presenza o qualsiasi altra forma di emolumento.
Qualora si renda necessario, la commissione si avvarrà per l’espletamento delle proprie funzioni delle attrezzature e degli strumenti in dotazione degli uffici comunali.

Articolo 7
Funzionamento

La Commissione può riunirsi e la seduta si considera valida qualora siano presenti il presidente e almeno due dei componenti.