Referendum 29 marzo 2020. Elettori temporaneamente all’estero

In occasione del prossimo referendum confermativo del 29 marzo 2020, gli elettori temporaneamente all’estero possono scegliere di votare per corrispondenza, purché ne diano comunicazione al proprio Comune di residenza entro il 26 febbraio.

L’opzione dovrà pervenire al comune per posta [Via Giacomo Matteotti n. 10; I-26867 Somaglia (Lo)], per telefax [+39.0377.5790215], per posta elettronica anche non certificata [info@comune.somaglia.lo.it], oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e corredata di copia di un documento d’identità valido dell’elettore, deve contenere l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei necessari requisiti di legge.

Può presentare opzione di voto per corrispondenza come temporaneo all’estero per motivi di lavoro, studio e cure mediche anche chi risulta residente all’estero nel territorio di altra sede consolare, ovvero chi svolge il Servizio civile all’estero.

Si segnala, infine, che per i familiari conviventi dei temporaneamente all’estero aventi diritto al voto per corrispondenza la legge non richiede il periodo previsto di tre mesi di temporanea residenza all’estero.

Allegati