IMU: acconto 2020

Il 16 giugno scade il termine per il versamento dell’acconto dell’IMU (Imposta Municipale Propria) che, ai sensi dell’art. 1, comma 378, della legge n. 160/2019 ha abrogato l’Imposta Unica Comunale (TASI e vecchia IMU).

Il versamento dell’acconto è pari alla metà di quanto versato a titolo di IMU e TASI nel 2019. Il versamento del saldo sarà eseguito, a conguaglio, sulla base delle aliquote approvate dal Consiglio comunale per l’anno 2020.

Il presupposto dell’imposta è il possesso di immobili diversi dall’abitazione principale, salvo che si tratti di unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9.

Le unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che hanno trasferito la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, sono assimilate all’abitazione principale, sempre che non risultino locate. In caso di più unità immobiliari, l’agevolazione può essere applicata a una sola unità.

I versamenti devono essere effettuati con mod. F24, utilizzando il codice comune I815.

Per facilitare i contribuenti nel calcolo delle somme da pagare, l’Amministrazione Comunale ha stipulato una convenzione con  il CAF-CISL di Lodi in base alla quale saranno spediti a casa i moduli precompilati per il versamento a tutti coloro che in precedenza si sono già rivolti agli sportelli IMU aperti dal CAF negli anni scorsi e sarà attivato uno sportello gratuito, presso la Sala Unità d’Italia, a cui potrà rivolgersi chi non riceverà i moduli di versamento e tutti coloro che hanno avuto una variazione delle proprietà rispetto ai due anni precedenti.

Per usufruire di questo servizio, che sarà attivato nei giorni 9 e 16 giugno, è necessario prenotare un appuntamento ai recapiti 0377.32.506 – 0377.84.308.

Si comunica inoltre che a questo link è possibile effettuare direttamente il calcolo IMU.